Come ti confeziono un romanzo…

Moon

Immagine trovata su http://chelavitacontinua.blogspot.com/2014/08/immagini-della-luna-gif-bellissime.html

Vi è mai capitato la mattina appena svegli di ricordare un sogno davvero molto strano e di restare lì, fermi, a cercare di immaginare ciò che sarebbe potuto accadere se il vicino non avesse fatto tanto fracasso?

A me sì.

Io sogno tantissimo e molto spesso, al risveglio, ho dei ricordi piuttosto precisi. Quasi sempre sono sogni assurdi, senza capo né coda, ma ogni tanto, tra le migliaia di scene che ricordo, ce n’è qualcuna che attira la mia attenzione.
E se ho tempo per restare a letto, tra sonno e dormiveglia, tento di proseguirlo o di immaginare cosa accadrebbe se avessi variato leggermente la storia.

Ecco, in quei giorni, nascono i miei romanzi.

Non vedo chiaramente tutto quanto, molto di ciò che scrivo è qualcosa che mi viene da dentro man mano che le mie dita tamburellano sulla tastiera.
A volte non so neanche che aspetto abbiano i personaggi e sicuramente non so dove vivono. Tutto ciò che conta è chi sono e dove devono arrivare interagendo tra loro.

Per iniziare a scrivere un romanzo mi basta fissare 3 o 4 punti fondamentali della storia e poi… via!
I primi giorni sono quasi tutti di ricerca: la location ideale, l’aspetto fisico dei personaggi, la loro età, il loro background.
Una volta definito chi sono i personaggi, apro l’editor di testo e immagino la prima scena. Da quel momento, la storia si sviluppa praticamente da sola.

Ogni tanto capita di rivedere qualche dettaglio dei personaggi per calarli meglio nell’ambientazione ma, in alcuni casi, la storia calza così a pennello che non ho bisogno di modificare praticamente nulla.

La parte più difficile per me?
Sicuramente le descrizioni di luoghi secondari e di ambientazioni marginali che, pur non essendo fondamentali, devono essere presenti per dare al romanzo quel tocco di realtà in più.
Cerco sempre di ispirarmi a luoghi esistenti, che scovo su Internet, e che sarebbero ipoteticamente raggiungibili dai miei personaggi se esistessero veramente.

PrettyW

Il momento più emozionante di uno dei miei film preferiti…

Ciò che amo di più?
Fondamentalmente sono una romanticona perciò, senza ombra di dubbio, è il momento in cui due personaggi si scambiano il primo bacio e confessano il proprio amore all’altro.
Lo so, lo so, smielata fino al midollo, ma che ci posso fare?


Posted in Mya and tagged by with no comments yet.